giovedì 25 luglio 2013

BAD DAY


Fuori c'è il sole...
Dentro di me, un freddo che in confronto al Polo Sud fa caldo.
E' nei momenti di scarsa azione e noia che il cervello si scatena e da libero sfogo alle voci interiori che spesso cerchiamo di non ascoltare, per nascondere a noi stessi ciò che in realtà siamo.
Io sono...tendente al pessimismo, tendente all'autodistruzione, tendente alla freddezza verso chi mi sta attorno per mostrarmi forte e sicura, per celare le mie insicurezze, le mie debolezze, i miei mostri.
Finisco per creare mostri che mi si rivoltano contro, e non posso certo stupirmene.
Non ho diritto di piangere per l'esito degli eventi, perchè io ho creato le condizioni per farli accadere.
La pietà e la compassione sono sentimenti che non meritano di esistere, perchè siamo il prodotto delle nostre scelte e le nostre azioni.
Si finisce per risultare patetici e ridicoli.
E' opportuno accettare ciò che si è creato, senza lamentarsi o piagnucolare.
E' un po' come lamentarsi di non riuscire a rimettere il dentifricio nel tubetto, una volta che lo si è spremuto completamente...o come tentare di rimettere l'uovo nel guscio...si insomma...piangere sul latte versato e tutte quelle storie lì...